La mia storia

Ho iniziato a sognare... e non ho più smesso

Il mosaico è completo

Oggi, in qualità di consulente di marketing, aiuto le aziende a far crescere il proprio business. Il mio approccio nello sviluppo di una strategia di marketing è olistico.
Da un lato sviluppo la strategia di marketing per posizionare un marchio sul mercato, facendo crescere il business aziendale. Dall'altro lato per rendere efficace la strategia di marketing ottimizzo l’organizzazione interna dell'azienda.

Aiuto i liberi professionisti, gli artigiani, i commercianti e gli imprenditori a contrastare gli effetti dell’economia della distrazione. Aiuto i manager a divenire dei veri leader di successo. Aiuto gli atleti a vincere le gare più importanti.

Tutto questo è possibile grazie al "potere della mente". Ognuno di noi ha la possibilità di svilupparlo ed utilizzarlo. Dobbiamo solo compiere il giusto percorso per coltivarlo. Con il passare del tempo ho sviluppato un mio metodo personale che ho chiamato "La via dei 9 pilastri del successo".

Un metodo che ho sviluppato nel corso di molti anni e che continuo ad affinare e migliorare, per offrire nelle mie consulenze marketing contemporaneamente tutti gli strumenti possibili per raggiungere gli obbiettivi di un business.

Leggere!

Chi come me era un bambino negli anni Ottanta, si è quasi sicuramente emozionato con le avventure di Atreyu e di Bastian, coprotagonisti de "La Storia Infinita".

Da bambino, come Bastian, ho passato ore immerso nella lettura dei romanzi d’avventura. Mi sono trovato a fianco di Jim Hawkins e di Long John Silver a bordo dell’Hispaniola, sono rimasto intrappolato nel Nautilus del capitano Nemo negli abissi degli oceani. "Sono stato" un cavaliere della tavola rotonda al servizio del grande Re Artù, assieme a Lancillotto e Tristano.

Il primo libro che mi fu regalato da bambino di cui ho memoria fu "20.000 leghe sotto i mari", che negli anni è diventato per me l’equivalente della mitica "Numero Uno" di Zio Paperone. La "Numero Uno" della mia personale collezione di libri. Collezione per me preziosa non certo per il valore economico dei volumi, ma per il valore "spirituale" in essi racchiuso.

Varcando la soglia di casa, questa mia riflessione dà il benvenuto a me ed a tutti i miei ospiti:

"C’ è chi colleziona gioielli, chi francobolli, chi monete...
e c’ è chi colleziona libri.
Se leggere è conversare con i migliori spiriti di ogni tempo,
allora fa che siano loro ad accoglierti quando torni a casa."

"20.000 leghe sotto i mari" ha inaugurato una stagione di viaggi fatti con gli occhi della fantasia, viaggi che continuano tutt’oggi, e che continueranno ancora per molto tempo.

Sognare ad occhi aperti

Il motivo per cui continuo a sognare ad occhi aperti è semplice. Quando ti prefiggi degli obiettivi da raggiungere, sia che essi siano professionali che siano personali, uno degli ingredienti del segreto del successo è la capacità di guardare il mondo con occhi di bambino.

I viaggi che ho compiuto con la fantasia, in breve tempo, mi hanno portato dalle navi che solcavano i sette mari alle navi lanciate verso galassie sconosciute. Le spade dei cavalieri di Re Artù divennero le spade laser dei cavalieri Jedi, impegnati a salvare l’universo dall’avanzata del lato oscuro della forza.

Senza esserne consapevole, nel corso degli anni, le tessere di un mosaico che ancora non era chiaro si andavano a comporre. Un mosaico che poi si è rivelato fondamentale per dare vita al mio metodo: "La via dei 9 pilastri del successo" .

Che cosa è umano e che cosa è reale?

Presto le mie letture di fantascienza assaporarono quella più raffinata e complessa di Philip Kindred Dick. Le domande "Che cosa è reale" e "Che cosa è umano" a cui il grande scrittore cercava di dare una risposta attraverso i suoi romanzi divennero elementi fondamentali della mia adolescenza, e un traghetto sicuro verso le acque della maggiore età.

Tutto è connesso

Immerso nelle pagine de "La svastica sul sole" ho potuto scoprire il "Libro dei Mutamenti", l’I Ching. Quest’ultimo mi ha aperto le porte sulla filosofia taoista, e di immergermi nel mondo rappresentato dal taijitu, il simbolo per eccellenza di come tutto sia connesso. Fu così che realizzai quanto fosse importante il principio che tutte le cose sono connesse, e che guardare la vita a compartimenti stagni vuol dire limitare la propria prospettiva sulla vita stessa.
Il "Connettivismo" dei romanzi di Alfred van Vogt finalmente iniziava ad avere un senso.

Disciplina e codice etico

Lo studio delle filosofie orientali negli anni dell’università mi aprì le porte delle arti marziali, le quali mi offrirono di assaporare le sette virtù del "bushido" e l’affascinante mondo dei Samurai. Lentamente dentro di me iniziavo a comprendere quanto fosse importante dare un senso alla vita attraverso un codice etico. Dei valori che nei momenti difficili potessero essere quel faro in grado di condurmi al sicuro in porto.

Era sempre più chiaro in me che il successo in qualsiasi "impresa" poteva essere perseguito solo grazie ad una ferrea disciplina e ad un codice di valori a cui attenersi.

Dopo la laurea l’immediata entrata nel mondo del lavoro mi dette la falsa sicurezza di essermi realizzato. La sicurezza durò appena cinque anni, sgretolata dalla crisi finanziaria del 2008.

In un momento buio e di difficoltà presi così coscienza che era giunto il momento di fare ricorso a tutto quello che i "migliori spiriti di ogni tempo" mi avevano trasmesso nel corso degli anni.

Credere in se stessi

Mi trovato ad un bivio, e per poter compiere la mia scelta, avrei dovuto far ricorso a tutte le mie passate esperienze.
Era giunto il momento che credessi in me stesso e nelle proprie capacità.;

Marketing e leadership

Mi dedicai allo studio del marketing, con un particolare taglio "piscologico" (neuromarketing). Iniziava così un nuovo capitolo della mia vita.

Nonostante tutto mancava ancora qualche tessera al completamento del mosaico. Sentivo che tutto quello che avevo interiorizzato per diventare realmente efficace e raggiungere il successo necessitava di divenire pratica quotidiana.

Il T'ai Chi Ch'üan e la Mindfulness

Il T’ai Chi Ch’üan e la mindfulness completarono il mosaico. Gli insegnamenti del maestro Yoda ora avevano un senso. I fantascientifici cavalieri Jedi della saga di Guerre Stellari ed i cavalieri di Re Artù avevano preparato il terreno. I semi preziosi che mi avevano lasciato, ora, potevano dare frutto nella mia attività di consulente marketing e leadership.

La pratica quotidiana del T’ai Chi Ch’üan e della meditazione mi ha permesso di dare alla mia mente la giusta disciplina, e mi ha donato quell'equilibrio necessario a "dominare" e controllare l'information overload e tutte le situazioni di stress.

Era ormai chiaro in me quanto fosse importante la connessione tra tutte le cose. Era ormai chiaro quanto fosse fondamentale aiutare i miei clienti nelle consulenze marketing a liberare il potere della loro mente.
Ho così potuto capire cosa volevo "fare da grande". Aiutare gli altri a sviluppare le proprie capacità. Aiutare gli altri a raggiungere i loro obiettivi.

È così che è nato il mio metodo "La via dei 9 pilastri del successo". Prima che un metodo è un percorso, un viaggio che ognuno di noi può compiere verso la realizzazione dei propri sogni.

Vuoi suggerimenti gratuiti per catturare l'attenzione, chiudere vendite e aumentare la tua influenza?

 

BrioWeb
E-mail: info@brioweb.eu
Centralino 3515550381
Piazza IV Novembre, n. 22
30030 Cazzago di Pianiga (VE)

Consulenze
Marketing
Leadership
Coaching

Tutti comunicano, comunicare non è da tutti
Dove Marketing
Psicologia
Mindfulness e
T'ai Chi Ch'üan
si incontrano e si fondono

P.IVA 03853870271 | Informativa sulla Privacy, Cookie e Copyright | Mappa del sito | © 1999 - BrioWeb

P.IVA 03853870271 | Informativa sulla Privacy, Cookie e Copyright | Mappa del sito | © 1999 - BrioWeb