Consulente Marketing? Lo usi il metodo del Triangolo?

2 maggio 2016

  

Sintesi

Consulente marketing? Libero professionista? Dirigente o dipendente? ti sei mai chiesto se il tuo stile di vita influenza la qualità del tuo lavoro?

 

Ieri ognuno di noi ha scelto il modo che più preferiva per festeggiare il 1° maggio. Essendo domenica, la mia giornata non è stata poi così differente dal solito. La gran parte del tempo l’ho trascorsa tra il letto ed il divano dedicandomi alla lettura, e solo nel tardo pomeriggio ho trovato le energie per dedicarmi un po’ al mio giardino, che da diverso tempo reclamava attenzioni.

Mentre tagliavo l’erba del prato riflettevo sul fatto che in rete è possibile trovare informazioni riguardo ogni cosa, tranne le esperienze di vita dei liberi professionisti come me. La gran parte dei liberi professionisti conduce infatti la propria attività in solitaria, e spesso non ha modo di condividere con altri colleghi le "problematiche" che la professione comporta, anche nella vita quotidiana.

I blog di marketing normalmente si concentrano tendenzialmente su come realizzare una strategia di marketing, sull’importanza di utilizzare i differenti social network, il sito web, il blog, all’interno di un visione globale che solo un piano marketing è in grado di dare.

Alcuni blogger si concentrano magari solo su come usare Facebook, piuttosto che LinkedIn, altri si dedicano ad illustrare come creare e gestire un blog, e così via…

Click to Tweet

La rete offre, come scrivevo poc’anzi, pagine su praticamente qualsiasi tipo di argomento. Raramente però mi è capitato di trovare in rete blog dedicati alla vita del consulente marketing, o più in generale alla vita di un libero professionista. Chi sceglie di parlare di marketing non condivide quasi mai le proprie esperienze di vita, e non mi riferisco solo alle esperienze lavorative con i clienti, ma alle esperienze della vita di tutti i giorni. Ci si concentra talmente sul come le cose devono essere fatte che ci si "dimentica" di quanto invece è importante scegliere un corretto stile di vita, sia nel lavoro che nella vita di tutti i giorni, per far sì che le cose che dobbiamo fare siano appunto fatte bene.

Per riuscire nella propria vita professionale è fondamentale assumere uno stile di vita che metta al centro i tre aspetti fondamentali della nostra salute, e cioè la salute fisica, la salute mentale e quella emotivo-spirituale.

Che tu sia un consulente marketing, un libero professionista più in generale, un amministratore delegato di una grande società, piuttosto che un imprenditore di una piccola realtà artigianale o un dipendente, lo stile della tua vita può influenzare notevolmente la qualità del tuo lavoro.

Il mondo di oggi, sempre più ci spinge a realizzare qualcosa di innovativo, di nuovo, qualcosa che non si è mai visto prima. In qualche modo siamo condizionati a pensare che se non saremo il prossimo Mark Zuckerberg o il prossimo Steve Jobs, non saremo mai nessuno.

Tutto questo tende ad innescare in noi uno stato di forte insoddisfazione. Questo anche perché è insito nella nostra natura umana essere tendenzialmente insoddisfatti. Siamo di fatto incapaci di essere felici della nostra condizione (puoi leggere a riguardo l'articolo "Marketing, Pigmalione e Galatea").

L’io interiore

In più di un’occasione mi sono soffermato in queste pagine a descrivere la mente "bottom-up" e la mente "top-down" (puoi leggere l'articolo "Il Sig. Marketing e la mente vagante"). La mente "bottom-up" è anche conosciuta come "io interiore", ed è questa mente che ci guida e che governa la nostra vita. Una naturale tendenza del nostro io interiore quando siamo stanchi e stressati è quello di farci guardare alla vita secondo una prospettiva negativa, riducendo notevolmente la nostra creatività e produttività, ed inducendoci costantemente in distrazione.

Rompere questo circolo vizioso dove ognuno di noi può entrare è possibile. È necessario assumere il medesimo atteggiamento di quando festeggiando a Capodanno ci diciamo "da domani cambio vita". Diventa fondamentale assumere dei comportamenti che creano una frattura con quelli che ci portano in un circolo vizioso di negatività (puoi leggere l'articolo "Favorire i cambiamenti di mentalità").

Non esiste un lavoro più difficile di un altro, un lavoro più importante di un altro o più stancante di un altro. Certo esistono lavori più pericolosi di altri e dove le responsabilità sono maggiori, non mi permetterei mai di paragonare i pericoli che un Vigile del Fuoco corre nel soccorrere delle persone in un edificio in fiamme con il mio essere consulente di marketing comodamente seduto ad una scrivania.

Sta di fatto però che come nel mondo del marketing, in ogni lavoro non mancano stanchezza e stress, e sono questi i nemici che dobbiamo riuscire a sconfiggere (leggi l'articolo "Stress? Si Grazie!").

Torniamo all’esempio di prima, e pensiamo a quel preciso momento in cui siamo pronti a stappare le bottiglie di spumante per festeggiare l’inizio del nuovo anno. Da un punto di vista della nostra mente vediamo il nuovo anno come l’opportunità di un nuovo inizio. L’opportunità per smettere con certe abitudini ed atteggiamenti (puoi leggere a riguardo l'articolo "Imparare ad usare il pilota automatico").

Sentiamo che giunge il momento di fare ciò che non abbiamo mai avuto il coraggio di fare. Se ti fermi però a riflettere un momento il passaggio dal 31 dicembre al 1 gennaio non è altro che il passaggio tra due giorni qualsiasi della nostra vita. Siamo noi ad attribuire un valore simbolico talmente forte da guardare al giorno precedente (il 31 dicembre) come qualcosa di talmente lontano che ieri diviene recente passato.

L’esperienza insegna però che le promesse di cambiamento che facciamo a noi stessi, soprattutto in stile "domani cambio vita", raramente le manteniamo.

Un vero cambiamento non può avvenire dall’oggi al domani. Può avvenire solo nel tempo, con un cambiamento del nostro stile di vita quotidiano, giorno per giorno. Il motivo è dettato dal fatto che la nostra mente "bottom-up" ha bisogno di tempo per apprendere i cambiamenti, ed in particolar modo necessita che quel comportamento per essere appreso debba essere ripetuto più e più volte.

In poche parole un cambiamento di mentalità richiede tempo. Cosa si può fare allora per ottenere questo cambiamento? È possibile ricorrere al metodo del "triangolo".

Dopo qualche anno di vita da libero professionista ho iniziato a sentire che la mia vita di consulente marketing stava nuocendo alla mia salute. Dolori alla schiena per le tante ore passate alla scrivania, stanchezza per le poche ore di sonno, stress per le continue "lotte" per portare a casa il companatico e per pagare le bollette. Mi sono reso conto che dovevo prendermi cura non solo della mia salute fisica, ma anche di quella della mia mente e di quella emotivo-spirituale.

Click to Tweet

1) La tua salute fisica
Il primo passo per prendersi cura di se stessi ed inondare la propria mente di "energia positiva" allontanando la negatività causata dallo stress è fare attività fisica. Non serve iniziare a prepararsi per vincere la "Venice Marathon", è sufficiente iniziare con lunghe passeggiate. Puoi camminare o andare in bicicletta. Queste semplici attività permettono di rigenerare non solo il fisico ma anche la mente.

Spesso nelle fasi preliminari della stesura di una strategia di marketing, lascio la scrivania e cammino. Alle volte esco dall’ufficio e mi metto a camminare senza una meta precisa. Non è in alcun modo tempo perso, ma il modo migliore per lasciare che la mente "bottom-up" emerga (quella che comunemente è chiamata "mente vagante") e dia sfogo alla propria creatività.

2) La tua salute mentale
Prendersi cura della propria mente è fondamentale. Lo stress può letteralmente ridurre le nostre capacità intellettive e soprattutto annebbiare i nostri pensieri e la nostra creatività. Lavorare nel mondo del marketing richiede una buona dose di creatività, ed una mente affaticata non è certo una buona alleata.

L’attività fisica è sicuramente un modo per scaricare anche la nostra mente, ma non sempre è sufficiente, anzi... alle volte è importante dedicarsi ad attività volte proprio a svuotare la mente, impegnandola in attività che ci danno particolare soddisfazione e che ci rilassano.

3) Salute emotiva e spirituale
La meditazione è sicuramente uno dei metodi più efficaci per prendersi cura della nostra salute emotiva e della nostra dimensione spirituale.

Riferendomi alla dimensione spirituale della nostra vita non voglio riferirmi ad una dimensione religiosa. Voglio semplicemente sottolineare quanto sia importante la dimensione spirituale nella vita di ognuno di noi, che non va in alcun modo trascurata.

In Conclusione
Che tu sia un consulente marketing come me, che un elettricista, che un idraulico, un autista di mezzi pubblici, e così via, il metodo del triangolo ti offre l’opportunità di prenderti cura del tuo corpo, della tua mente e della tua dimensione emotiva.

Prendersi cura di questi tre aspetti (importantissimi) della tua persone significa garantire al tuo lavoro energie ed idee fresche e un’elevata qualità delle tue prestazioni, oltre al fatto che riduce considerevolmente i pericoli di ammalarsi.

La mia esperienza personale
La mia esperienza personale è legata al mondo del T'ai Chi Ch'üan, che mi ha offerto la possibilità di prendermi cura della mia salute fisica, della mia mente e della mia sfera emotivo-spirituale. Da quando ho iniziato a praticare il T'ai Chi Ch'üan non solo è migliorata la mia vita personale, ma anche quella professionale.

Ho iniziato ad avere a disposizione energie sempre fresche da infondere in ogni singola strategia di marketing che dovevo elaborare per i miei clienti.

Un ultima considerazione. L’aspetto più importante del metodo del triangolo è che si può adattare allo stile di vita di ognuno di noi. Sta a te semplicemente scegliere da dove iniziare, magari con la bicicletta che prende polvere nel tuo garage…

Vuoi suggerimenti gratuiti per catturare l'attenzione, chiudere vendite e aumentare la tua influenza?

 

BrioWeb
E-mail: info@brioweb.eu
Centralino 3515550381
Piazza IV Novembre, n. 22
30030 Cazzago di Pianiga (VE)

Consulenze
Marketing
Leadership
Coaching

Tutti comunicano, comunicare non è da tutti
Dove Marketing
Psicologia
Mindfulness e
T'ai Chi Ch'üan
si incontrano e si fondono

P.IVA 03853870271 | Informativa sulla Privacy, Cookie e Copyright | Mappa del sito | © 1999 - BrioWeb

P.IVA 03853870271 | Informativa sulla Privacy, Cookie e Copyright | Mappa del sito | © 1999 - BrioWeb