Motivare i dipendenti

22 dicembre 2017

  

Sintesi

Dipendenti, o meglio collaboratori interni, sempre efficienti? È possibile, ma è fondamentale il ruolo del leader e delle sue capacità di saper comunicare e creare relazioni con questi ultimi.

 

Qualsiasi imprenditore o amministratore a capo di un'azienda si pone tra i propri obiettivi, quello di motivare i collaboratori interni (i dipendenti). Il fine è quello di far si che ognuno di loro diventi sempre più efficiente ed attenento nello svolgere il proprio lavoro quotidiano.

Un elmento molto importante che ogni imprenditore deve tenere però presente, è che nessun essere umano può dare il 100% delle proprie energie costantemente durante l'anno. Anzi si può anche affermare che durante un singolo giorno non è affatto facile mantenere alte le proprie prestazioni.

Chiunque ha il compito di gestire delle persone, e che vuole divenire un vero punto di riferimento per i propri collaboratori, ha proprio il compito di intervenire ed aiutare chi accusa "un cedimento" o "un rallentamento" delle proprie prestazioni.

Fondamentale è la modalità con cui si sceglie di intervenire quando ci si accorge che un prorio collaboratore sta "rallentando", o sta tirando i remi in barca. Un ruolo basilare lo gioca l'approccio comunicativo che si sceglie, da cui dipenderà la reazione stessa del dipendente a cui ci si rivolge.

Cord Himelstein, vice presidente marketing e comunicazione, della Halo Recognition (società specializzata nel fornire soluzioni per migliorare le prestazioni e l'efficienza delle aziende) afferma che: "una comunicazione chiara e feedback contestualizati sono le chiavi per il successo di un'azienda" (vedi a tal proposito l'articolo Costruire una cultura ricca di Feedback, l'articolo Il marketing dei feedback Pt1 e Pt2). Continua: "le persone apprezzano sempre la semplicità e le interazioni genuine. Impostare un tono di sincerità e dare al proprio dipendente la possibilità di non sentirsi giudicato, permette a quest'ultimo di manifestare onestamente il proprio pensiero."

Todd Ross Nienkerk, co-fondatore e partner di Four Kitchens, afferma che "Delegare e rendere autonomi i propri dipendenti è la chiave per renderli più efficienti. Permette alle persone di sentirsi più soddisfatte e quindi felici, dando al proprio lavoro una qualità superiore. Il dipendente non ha così bisogno di fare un milione di domande per ogni passo che deve compiere. Permette ai dipendenti di pensare a lungo termine e non di vivere alla giornata."

Charlie Nooney, CEO di MobiTV, sottolinea come sia importante assicurarsi che i dipendenti abbiamo accesso alle risorse di cui necessitano per svolgere al meglio il proprio compito. Responsabilizzare i dipendenti per far si che mettano in gioco la loro visione del lavoro e siano più partecipi al raggiungimento degli obiettivi, che diventano anche personali. Quando i dipendenti si sentono valorizzati ed hanno le risorse sono spinti al successo in modo naturale.

Eric Nordyke, CEO e co-fondatore di AdBoom Group, afferma che sono "davvero bravi a dare la possibilità ai propri dipendenti di affermarsi e sopratto che il loro lavoro è aprrezzato. Delegare e rendere autonomi permette loro di spingersi verso i propri limiti e di superarli... Spingi i tuoi dipendenti e fidati di loro per raggiungere gli obiettivi aziendali."

Continua Nordyke: "intervistiamo i dipendenti e cerchiamo di capire cosa si aspettano dal loro ruolo chiedendo di essere franchi e sinceri. Spesso emerge che il dipendente non si trova bene in quella posizione e/o che si aspetta qualcos'altro. Questo può portare anche a creare nuove posizioni all'interno dell'azienda e/o a valorizzare meglio il proprio dipendente".

Corey Baggett, co-fondatore, di AdBoom, ricorda che "investire nel benessere dei propri dipendenti è un modo non verbale di comunicare ai propri dipendenti quanto sono importanti. Siamo riusciti a migliorare le prestazioni dei nostri dipendenti fornendo incredibili vantaggi. Con premi di produzioni, gite aziendali, ecc... i dipendenti apprezzano i benefit. Sapevamo che se avessimo iniziato a dare loro più libertà, non solo la loro creatività avrebbe cominciato a decollare, ma avrebbero iniziato a vedersi come imprenditori di sè stessi."

Cord Himelstein, vice presidente marketing e comunicazione, della Halo Recognition consiglia: "fate le domande giuste e ascoltate. Fate domande chiare e aperte per arrivare alla radice dei problemi. Chidete ai vostri dipendenti di spiegare con parole loro gli obiettivi dell'azienda. Una delle cose più importanti è saper ascoltare più che parlare. Una delle più grandi frustrazioni in ufficio è la sensazione di non essere ascoltati."

William Dann, autore del libro Creating High Performers: Seven Questions to Ask Your Direct Reports, consiglia di "diagnosticare i motivi per cui un dipendente riscontra dei problemi. Molto spesso si tratta di problemi generati da aspettative disattese, non chiarezza negli obiettivi aziendali, mancanza di motivazione. Una volta individuata la fonte del problema è possibile intervenire e aiutare il dipendente a prendere la giusta direzione."

Mal Poulin, dirigente senior della Ancile Solutions, consiglia di implementare le giuste tecnologie in azienda. "Nel mondo di oggi, dove la forza lavoro è spesso decentralizzata, creare canali di comunicazione forti e rapidi è di vitale importanza per il successo dei singoli dipendenti. Attraverso la giusta piattaforma di comunicazione i responsabili dei vari settori possono dialogare con i loro collaboratori in modo più efficiente."

Andrew Fallshaw, CEO and co-fondatore di Bellroy, illustra come il fatto che: "si afferma spesso che il denaro non è tutto. Ma puntanto tutto sul fatturato, sui bonus e sulle KPI (le chiavi di prestazione), si afferma tutto il contrario. Pagare bene i propri dipendenti e premiarli attraverso opportunità di formaizone, viaggi, permette di motivarli notevolmente meglio che non solo attraverso l'aspetto economico."

Jay Bacrania, CEO di Signet Education, afferma che: "quando si investe su qualcuno, si crea un ambiente dove le persone lavorano con più dedizione. Mostrando al dipendente che il proprio lavoro è importante per l'azienda. Se ti preoccupi veramente di qualcuno e del loro benessere, questa persona sarà molto più motivata."

Vuoi suggerimenti gratuiti per catturare l'attenzione, chiudere vendite e aumentare la tua influenza?

 

BrioWeb
E-mail: info@brioweb.eu
Centralino 3515550381
Piazza IV Novembre, n. 22
30030 Cazzago di Pianiga (VE)

Consulenze
Marketing
Leadership
Coaching

Tutti comunicano, comunicare non è da tutti
Dove Marketing
Psicologia
Mindfulness e
T'ai Chi Ch'üan
si incontrano e si fondono

P.IVA 03853870271 | Informativa sulla Privacy, Cookie e Copyright | Mappa del sito | © 1999 - BrioWeb

P.IVA 03853870271 | Informativa sulla Privacy, Cookie e Copyright | Mappa del sito | © 1999 - BrioWeb