Imparare ad usare il pilota automatico

14 aprile 2017

  

Sintesi

Il mercoledì costituisce per molti il giro di boa della settimana lavorativa. Superata questa giornata si scivola verso il venerdì, cioè oggi, quando molti di noi sono proiettati a pensare al fine settimana.

 

Marketing: un piccolo nuovo inizio

Secondo l'indice di benessere Gallup-Healthways, il giorno peggiore della settimana è il martedì, anche se c'è da sottolineare che gli altri giorni della settimana lavorativa non sono vissuti in modo tanto più positivo.

Molti di noi potrebbero pensare che la giornata peggiore della settimana è il lunedì. In realtà il lunedì costituisce una sorta di nuovo inizio e può essere il momento migliore per prendere delle decisioni, pianificare una strategia di marketing o qualsiasi altra iniziativa.
Scopriamo il perché assieme.

Alcuni ricercatori della University of Pennsylvania hanno scoperto che il lunedì i termini di ricerca più utilizzati su Google sono relativi all'inizio di una nuova dieta, a come iscriversi in palestra, e così via... In poche parole il lunedì è percepito come un nuovo "piccolo" inizio, come se fosse il primo giorno dell'anno, l'inizio di un nuovo semestre all'università, di un nuovo anno scolastico, e così via.

I ricercatori della University of Pennsylvania hanno osservato che il fatto che il lunedì costituisca l'inizio di un nuovo "periodo temporale", permette di guardare ai nostri insuccessi passati in modo differente e di cogliere in modo più favorevole i cambiamenti.

Tutto questo può apparire "insignificante". Potremmo pensare che alla fin fine il lunedì è un giorno come gli altri della settimana. In realtà i fattori ambientali che contribuiscono a predisporci psicologicamente ad un cambiamento sono molto importanti (vedi l'articolo Favorire i cambiamenti di mentalità).
Questo perché, come ho già ripetuto più volte in queste pagine, la nostra mente utilizza due sistemi semi-indipendenti per compiere le sue scelte ed azioni: il sistema "bottom-up" ed il sistema "top-down". Il primo sistema è quello più arcaico, lo abbiamo sviluppato quando ancora eravamo degli "ominidi" che cacciavano nelle prateria africane. Esso lavora al di là dell’orizzonte della coscienza, è quello più veloce ed è lui a comandare le nostre scelte. Sono di sua competenza l’attenzione a livello riflesso, l’impulso e le abitudini meccaniche.
Mentre l’attenzione volontaria, la forza di volontà e la scelta intenzionale appartengono al sistema "top-down".

In poche parole il sistema "bottom-up" è un pilota automatico che di fatto tenta di governare la gran parte delle nostre azioni, comprese le scelte che dobbiamo compiere ogni giorno.

Il lunedì ed ogni sorta di nuovo inizio, ci mettono in uno stato emotivo e mentale più tranquillo e rilassato. Siamo nella condizione di poter riflettere con calma sulle molte decisioni che dobbiamo prendere. In particolar modo se si tratta di decisioni che riguardano un nostro cambiamento, volto al raggiungimento del nostro successo personale e professionale.

Ogni giorno dobbiamo prendere una quantità notevole di piccole o grandi decisioni, la maggior parte delle quali sono prese dal nostro "pilota automatico", il nostro compito è quello di imparare ad attivare e disattivare questo pilota automatico a nostro piacimento, per utilizzarlo a nostro vantaggio.

Marketing: prendere consapevolezza delle nostre scelte

Come ho scritto nell'articolo Favorire i cambiamenti di mentalità, il nostro cervello, per quanto abbia una notevole potenzialità nel gestire le informazioni, non è cablato bene. A tal punto che è progettato per evitare di prendere continuamente decisioni.

Il nostro cervello non è in grado di gestire la notevole quantità di informazioni a cui si è soggetti quotidianamente. Per far fronte a questa situazione la nostra mente affida al sistema "bottom-up", il nostro livello non cosciente, il compito di prendere la gran parte delle decisioni (vedi a tal proposito l'articolo Il Sig. Marketing e la mente vagante).
La nostra mente si confronta costantemente con la realtà. Ogni qual volta ci troviamo davanti ad una situazione che non riusciamo a gestire tramite il sistema "bottom-up" subentra la mente cosciente, il sistema "top-down".

Se per lungo tempo si è dibatutto sulle scelte razionali ed irrazionali, oggi sappiamo che dobbiamo concentrarci su un'altra questione, cioè sulle scorciatorie mentali che prendiamo per prendere le decisioni. Questo fenomeno è dovuto alla condizione del sovraccarico di informazioni a cui siamo esposti, il così detto information overload.
L’assedio di una marea di dati ci spinge a ricorrere a scorciatoie prive di metodo per riuscire a "sopravvivere".

Viviamo in un ambiente estremamente articolato, che possiamo facilmente definire più dinamico e complesso, mai esistito prima su questo pianeta. Per riuscire a stare al passo con esso, abbiamo bisogno quindi di scorciatoie.
Ricorriamo il più possibile ai nostri stereotipi, alle nostre regole approssimative, per classificare tutto a seconda delle poche caratteristiche chiave che riusciamo ad inviduare. Di conseguenza reagiamo senza riflettere.

Numerose ricerche di laboratorio hanno dimostrato che le persone sono più propense a gestire le informazioni attraverso processi controllati, quando hanno sia la voglia che la capacità di analizzarle attentamente.
Se questo non si verifica preferiscono rivolgersi al più semplice approccio "click e via". Questo avviene ad esempio quando ci troviamo davanti a qualcuno che ci vuole proporre qualcosa e rispondiamo con un secco "no non mi interessa", senza però aver neanche ascoltato in cosa consiste la proposta.

Il lunedì invece ci crea le condizioni per essere attenti e avere la voglia di analizzare le nostre decisioni. Ci permette di disattivare il nostro pilota automatico e di analizzare con calma le scelte da compiere.

Riuscire in questo è il primo passo verso una differente consapevolezza della nostra mente, e sopratutto, è il primo passo verso quello che è il controllo del nostro pilota automatico.

Vuoi suggerimenti gratuiti per catturare l'attenzione, chiudere vendite e aumentare la tua influenza?

 

BrioWeb
E-mail: info@brioweb.eu
Centralino 3515550381
Piazza IV Novembre, n. 22
30030 Cazzago di Pianiga (VE)

Consulenze
Marketing
Leadership
Coaching

Tutti comunicano, comunicare non è da tutti
Dove Marketing
Psicologia
Mindfulness e
T'ai Chi Ch'üan
si incontrano e si fondono

P.IVA 03853870271 | Informativa sulla Privacy, Cookie e Copyright | Mappa del sito | © 1999 - BrioWeb

P.IVA 03853870271 | Informativa sulla Privacy, Cookie e Copyright | Mappa del sito | © 1999 - BrioWeb