Marketing e pianificazione di scenari

27 aprile 2018

  

Sintesi

Le tecniche di consapevolezza, la così detta mindfulness, applicate alla gestione dell'azienda risalgono agli anni Settanta e permettono la pianificazione di scenari.

 

La consapevolezza del momento presente è oggi percepita come una caratteristica fondamentale nel mondo degli affari (puoi leggere l'articolo "Il Sig. Marketing e la Mindfulness"). Le pratiche legate alla meditazione hanno la capacità di calmare la mente, rilassare il corpo, aumentare la resilienza (puoi leggere a tal proposito l'articolo "Resilienza: ricaricare non resistere").
Lo studio della consapevolezza è un aspetto fondamentale per tutti coloro che ricercano una condizione di benessere e di creatività in azienda.

Nonostante la mindfulness può apparire un campo di studio relativamente nuovo non è così. Le tecniche di consapevolezza sono entrate a far parte della cultura aziendale già da differenti decenni, in particolar modo nello sviluppo della pianificazione strategica, dei modelli di scenari futuri per un business.

Sarebbe molto saggio da parte degli imprenditori di oggi imparare dal passato, e imparare ad utilizzare la pianificazione strategica, in una visione del proprio business guidata dalla mindfulness.

Il primo ad introdurre il concetto di scenario nella pianificazione strategica del busienss fu Pierre Wack. Pierre Wack negli anni Settanta era il responsabile della pianificazione dell'intero gruppo Shell. Dopo un viaggio in asia ha iniziato a studiare le tecniche di meditazione e le ha introdotte nella pianificazione strategica per lo sviluppo del business dell'intero gruppo petrolifero, con risultati notevoli (a riguardo puoi leggere questo approfondimento).

Nell'elaborare il proprio metodo di pianificazione Wack prese spunto da una vasta gamma di fonti, dai giardini giapponesi fino alla "filosofia" dei tassisti medio-orientali. Tutto questo per ottenere un unico risultato. Un futuro alternativo per l'azienda.

La mindfulness permette ai dirigenti di un'azienda di riuscire ad effettuare un salto di paradigma, di riuscire a cambiare prospettiva sui problemi. Le tecniche di concentrazione, di meditazione, permettono in oltre di andare oltre e quindi superare i preconcetti di cui spesso siamo vittime inconsapevoli (puoi leggere a riguardo l'articolo "12 Pregiudizi che ci influenzano").

Una delle difficoltà maggiori in cui spesso incappo quando mi relaziono con i clienti è la difficoltà di riuscire a far loro superare la "cornice mentale" in cui normalmente operano. Tutti noi sappiamo che Kodak, Polaroid sono marchi che sono spariti dal mercato perché non sono stati in grado di reagire all'avvento del digitale. Così come Blackberry non è riuscita a reagire all'avvento dell'iPhone.
Grandi marchi che hanno conosciuto il loro tramonto perché la loro dirigenza non è stata capace di andare oltre la propria visione imprenditoriale, non è riuscita a cambiare prospettiva, non è riuscita a superare i propri preconcetti.

La pianificazione attraverso gli scenari

Per evitare di portare il proprio business al fallimento la pianificazione di scenari è uno strumento fondamentale. Il processo di pianificazione rappresenta l’insieme di tutte le attività svolte all’interno dell’azienda necessarie per permettere il conseguimento degli obiettivi del business stesso. Nello sviluppo di una strategia di marketing volta a mantenere l'azienda viva è fondamentale quindi riuscire a guardare al futuro con una visione sempre fresca, nuova.

Come ho scritto nell'articolo "Lo Zen e la nostra mente" e nell'articolo "Perché un buon leader deve leggere libri di fantascienza" è fondamentale imparare nuovamente a guardare al mondo come quando eravano bambini.

La mindfulness permette di mantenere una visione fresca del proprio business, permettendo di non rimanere imbrigliati dai propri preconcetti. Sviluppare una propria consapevolezza permette di dare vita a scenari futuri alternativi creativi ed innovativi.

Sviluppare modelli futuri, degli scenari plausibili, è importante oggi come ai tempi di Pierre Wack. Le aziende in un mondo moderno sempre più in divenire devono adattarsi sempre più velocemente ai cambiamenti del mercato. Basta pensare come l'intelligenza artificiale sta già cambiando il mondo della comunicazione e del marketing.

La pianificazione è un processo continuo. Non è sufficiente provare una volta e attendere l'anno successivo per un nuovo approccio. La pianificazione è un lavoro continuo, un lavoro continuo sulla propria visione dell'azienda, sulla propria mentalità. Un lavoro impegnativo che porta ad una costante innovazione (puoi leggere l'articolo "Marketing: Il teorema del Jobs to Be Done") e a sviluppare l'intuizione (leggi l'articolo "Una lezione di innovazione marchiata Nike"), migliorando di fatto il processo decisionale.

In sintesi

Il futuro di un'azienda non dipende solo dal fatturato. Dai numeri. Ma dipende prima di tutto dalla lucidità e dalla capacità dei propri dirigenti di riuscire a manentere un perfetto equilibrio tra fisico e mente, come Giovenale già scriveva duemila anni fa: "orandum est ut sit mens sana in corpore sano".

Vuoi suggerimenti gratuiti per catturare l'attenzione, chiudere vendite e aumentare la tua influenza?

 

BrioWeb
E-mail: info@brioweb.eu
Centralino 3515550381
Piazza IV Novembre, n. 22
30030 Cazzago di Pianiga (VE)

Consulenze
Marketing
Leadership
Coaching

Tutti comunicano, comunicare non è da tutti
Dove Marketing
Psicologia
Mindfulness e
T'ai Chi Ch'üan
si incontrano e si fondono

P.IVA 03853870271 | Informativa sulla Privacy, Cookie e Copyright | Mappa del sito | © 1999 - BrioWeb

P.IVA 03853870271 | Informativa sulla Privacy, Cookie e Copyright | Mappa del sito | © 1999 - BrioWeb