Tre consigli scientifici per migliorare le nostre capacità

12 dicembre 2018

  

Sintesi

Tre studi scientifici mostrano altrettanti benefici che le pratiche meditative offrono al praticante, con la diretta conseguenza che permettono di migliorare le nostre capacità, le nostre prestazioni sia nella vita privata che in quella lavorativa.

 

In quasi ogni ambito della nostra vita, sia in quella privata che in quella pubblica, siamo spinti sempre di più a migliorare le nostre perfomance. A scuola dobbiamo conseguire il massimo dei voti, nel mondo del lavoro il fare carriera è spesso l'unica nostra leva a mandarci avanti, nelle relazioni con gli altri, spesso la pietra di paragone è sentirsi "migliori" degli altri.

L'avvento del digitale ha acuito notevolmente la nostra "ossessione" nel misurare le nostre performance, grazie al fatto che possiamo attribuire delle metriche quasi a tutto. Basta pensare ai social... quanti follower, quanti amici, quanti like, quante condivisioni, ecc...

Come ho scritto nell'articolo "Perfezione o eccellenza?" siamo portati a migliorari i nostri risultati facendo sempre di più, senza che ce ne rendiamo conto, per riuscire in questo sottraiamo tempo alla cura di noi stessi.

Come ho scritto spesso in queste pagine, mindfulness, meditazione, T'ai Chi Ch'üan (Taijiquan), sono solo alcune delle pratiche che ci permettono di liberare le enormi capacità della nostra mente.

Tutte le antiche civiltà hanno sviluppato pratiche meditative. La meditazione non è solo appannaggio delle culture orientali, ma anche la cultura occidentale fin dai tempi di Roma ha conosciuto svariate pratiche di meditazione.

La realtà è che cerchiamo di migliorare le nostre prestazioni con il metodo sbagliato. Al contrario possiamo riuscire nell'obiettivo di migliorarci se impariamo ad usare le nostre risorse interiori.
Oggi è la stessa scienza moderna ad aver preso coscienza dell'enorme opportunità offerta dalla meditazione. La scienza non ha trascurato gli effetti che le pratiche meditative hanno sull'essere umano. Ecco allora tre studi a conferma dell'efficacia della meditazione.

Liberare la creatività

In queste pagine mi sono soffermato di sovente sull'importanza della creatività per lo sviluppo delle strategie di marketing. La creatività è però fondamentale in ogni ambito della nostra vita. Infatti lo stesso mondo che ci circonda è il frutto della capacità dell'essere umano di immaginare e di creare qualcosa di nuovo.

Nell'ambito delle aziende la creatività è fondamentale per l'innovazione dei prodotti (vedi a riguardo l'articolo "Una lezione di innovazione marchiata Nike"), ed è un'abilità fondamentale nelle trattative e nel problem solving.

Molte ricerche come lo studio "Mind the Trap: Mindfulness Practice Reduces Cognitive Rigidity" dimostrano che le pratiche meditative creano il terreno fertile alla creatività.

Gli autori dello studio mostrano come brevi sessioni di meditazione hanno permesso ad un gruppo di volontari non avezzi alla meditazione di riuscire a trovare soluzioni creative per risolvere problemi del tipo: "come ottenere una determinata quantità d'acqua da tre brocche".
Lo studio ha mostrato come questo tipo di attività offre una mentalità più aperta e più elastica.

Come ho scritto nell'articolo "Il Sig. Marketing e la mente vagante", la meditazione permette di liberare la mente vagante, la quale è capace di trovare soluzioni semplici ai problemi, rispetto a quelle eccessivamente complesse che individuiamo quando abbiamo la mente affaticata.

Aumento della consapevolezza di se stessi

La nostra consapevolezza di noi stessi è fondamentale per il successo nell'ambito lavorativo, qualsiasi sia il lavoro che svolgiamo. Ognuno di noi è dotato tanto di talenti innati quanto di punti deboli. La nostra capacità di prendere consapevolezza di noi stessi ci permette di prendere coscienza dei nostri punti di forza, e di saper gestire le nostre emozioni.

La cosapevolezza di noi stessi in oltre permette di guardare con oggettività a ciò che facciamo, e quindi ad esere obiettivi nei nostri confronti, permettendoci di migliorarci e di superare i nostri limiti.

Lo studio "Reconstructing and deconstructing the self: Cognitive mechanisms in meditation practice" prende in considerazione diverse tradizioni meditative e mostra i vantaggi che queste offrono nel percorso della presa di coscienza di se stessi.

Migliramento della qualità del sonno

Lo studio "Neural Consequences of Chronic Short Sleep: Reversible or Lasting?" e lo studio "Mindfulness Meditation and Improvement in Sleep Quality and Daytime Impairment Among Older Adults With Sleep Disturbances" mostrano come la qualità del sonno è un fattore determinante nella nostra salute.

La mancanza di sonno può infatti causare danni al cervello e diminuire le nostre facoltà mentali. Oggi la mancanza di una buona notte di riposo è qualcosa che capita molto di frequente e la meditazione aiuta notevolmente a favorire la fase del riposo.

In sintesi

La ricerca scientifica dimostra sempre di più quello che l'esperienza ci ha da tempo fatto intuire. In questo caso, aumento della creatività, miglioramento della consapevolezza di se stessi e migliore qualità del sonno sono reali benefici offerti dalle pratiche meditative.

Vuoi suggerimenti gratuiti per catturare l'attenzione, chiudere vendite e aumentare la tua influenza?

 

BrioWeb
E-mail: info@brioweb.eu
Centralino 3515550381
Piazza IV Novembre, n. 22
30030 Cazzago di Pianiga (VE)

Consulenze
Marketing
Leadership
Coaching

Tutti comunicano, comunicare non è da tutti
Dove Marketing
Psicologia
Mindfulness e
T'ai Chi Ch'üan
si incontrano e si fondono

P.IVA 03853870271 | Informativa sulla Privacy, Cookie e Copyright | Mappa del sito | © 1999 - BrioWeb

P.IVA 03853870271 | Informativa sulla Privacy, Cookie e Copyright | Mappa del sito | © 1999 - BrioWeb