Il Sig. Marketing e le tette

Il marketing e l'uso del seno femminile tratto dal blog di Francesco BrioWeb Russo Marketer Consulente Marketing dedicato al Branding, al Digital e Social Media Marketing e al Marketing Mix - Web Agency Venezia Comunicazione e Advertising
L'uso del proprio seno per promuoversi non è solo una scelta di marketing, ma nasconde aspetti psicologici più profondi.

Articolo del 20 giugno 2015

In evidenza

Agenzia marketing e neuromarketing | Francesco Russo consulente marketing | BrioWeb consulenza marketing  e seo Treviso Padova Venezia

Scarica il nuovo numero di Eclettica Magazine, la rivista di marketing 100% gratuita... clicca qui

Oggi per il mio articolo settimanale ho scelto un titolo "che spacca", infatti ho voluto toccare un argomento che sicuramente fa e farà discutere. In realtà il mio obiettivo non è quello di attaccare le donne giovani e non più giovani che pubblicano propri autoscatti, o meglio ancora, i propri autoritratti (cosa non sono altro i "selfie"?), cercando di mettere in evidenza in modo più o meno velato il proprio seno.

Questo blog tratta di marketing, e non d’altro, quindi abbi ancora qualche attimo di pazienza e scoprirai cosa il marketing e le tette hanno in comune.

L’idea di questo articolo è nata leggendo uno studio condotto del 2012 e pubblicato sull’autorevole rivista PNAS voce ufficiale dell’Accademia delle Scienze degli Stati Uniti d’America (National Academy of Sciences of the United States of America), il cui titolo tradotto in italiano recita più o meno così "Parlare di se stessi è intrinsecamente gratificante" (Disclosing information about the self is intrinsically rewarding).

Parlare di sé stessi è gratificante.

Gli autori dello studio, ricercatori presso il dipartimento di Psicologia dell’università di Harvard, sostengono fondamentalmente che parlare di sé stessi mette in moto dei processi di gratificazione, i quali possono essere paragonati a quelli che si innescano nella nostra mente quando qualcuno si complimenta con noi per un nostro risultato personale.

Lo studio ha portato a determinare che ogni giorno, il 30 / 40% delle conversazioni che effettuiamo consiste nel parlare di noi stessi. Forniamo senza rendercene conto informazioni personali, raccontiamo delle nostre esperienze, delle emozioni provate nelle relazioni che abbiamo vissuto o che stiamo vivendo, e così via…

La nascita della rete, ed in particolare la nascita dei social network e la loro diffusione, ha fatto sì che gli utenti di Facebook, LinkedIn, Twitter, Google+, ecc… abbiano avuto la loro occasione di accedere ai famosi 15 minuti di notorietà riservati ad ognuno di noi, come predetto nel 1968 da Andy Warhol ("In the future, everyone will be world-famous for 15 minutes").

Gli utenti dei social network infatti postano l’ 80% percento delle volte contenuti estremamente personali, come ad esempio cosa stanno mangiando in un determinato momento, cosa stanno facendo, e così via. Quasi come fossero delle star di Hollywood, che devono nutrire i propri "fan" di pettegolezzi e aneddoti sulla loro vita.

L'80% dei contenuti postati dagli utenti dei social riguarda questioni legate alla sfera personale.

Nella gran parte dei casi si tratta però di un’attività che assomiglia più ad un monologo, o ad un discorso a due fatto con il nulla dell’etere della rete, proprio perché in realtà non è importante chi ci sta seguendo (o meglio leggendo), ma l’elemento fondamentale per la nostra mente è parlare di sé stessi.

La nostra mente, come ho già ricordato in queste pagine, alle volte può essere considerata come una vera e proprio persona autonoma che nell’ombra influenza e manovra il nostro io cosciente (vedi l’articolo dedicato agli inganni della mente).

Altro aspetto incredibile di questo studio è l’ennesima conferma della validità del Principio di Pareto che ho illustrato in modo ampio nel mio libro Ascoltare nel capitolo dedicato al "Teorema Unificato del marketing", dove ho illustrato come utilizzare nel modo più efficace i social network da un punto di vista business.

Da un punto di vista del marketing questa ricerca è molto importante, in più occasioni ho spiegato infatti come la psicologia è un elemento cardine del marketing, proprio per il fatto che l’ "oggetto" di studio del marketing è l’essere umano, i suoi comportamenti ed in particolare la sua sfera emotiva. Questo studio è importante perché va a confermare quanto più volte è stato detto, e cioè che al centro della strategia di marketing e più in generale della comunicazione ci deve essere la persona.

Al centro della strategia di marketing e più in generale della comunicazione ci deve essere la persona.

Rendere la persona parte attiva, metterla al centro e lasciare che sia lei a parlare delle proprie emozioni, delle proprie impressioni, delle proprie idee è fondamentale, perché innescherà dei meccanismi naturali di "autocelebrazione" che porteranno quella stessa persona a mettere in moto un meccanismo di "publicity" (per approfondire il significato di publicity vedi l’articolo No Psicologia? No marketing).

Lo studio condotto si è posto l’obiettivo di dimostrare attraverso un processo empirico quali sono le motivazioni che portano gli essere umani a parlare delle proprie idee, delle proprie esperienze, e che queste motivazioni hanno come obiettivo finale una vera e propria ricompensa per la mente.

Attraverso cinque studi, sono stati combinati metodi cognitivi e di neuroimaging (lo studio dell’attività del cervello attraverso risonanza magnetica). Da tempo grazie a queste tecniche sono state individuate infatti le aree del cervello che si attivano negli esseri umani e negli animali quando proviamo una condizione di soddisfazione dettata da una ricompensa e si tratta sempre di quelle famose aree del cervello che producono quella famosa dopamina di cui in modo inconsapevole diventiamo dipendenti (vedi l'articolo L’illusione del multitasking).

La nostra mente alla continua ricerca di dopamina ci induce ad assumere comportamenti di cui non sempre siamo consci del tutto.

In tutto questo, le tette cosa centrano? Ebbene, avrai notato anche tu il moltiplicarsi di profili di donne (adolescenti, giovani, adulte ecc…) che pubblicano con una certa frequenza foto di sé stesse dove sono messe in evidenza soprattutto le proprie forme, la propria procacità.

Con questo non voglio assolutamente assumere una posizione da bigotto e condannare questo comportamento. Ritengo che ognuno sia libero di fare ciò che più ritiene corretto e che soprattutto lo fa stare bene e lo gratifica. Con questo articolo voglio solo indagare le ragioni "nascoste" della mente che portano a questo comportamento. Infatti la mente ci inganna e porta all’illusione nella gran parte dei casi di star procedendo nella promozione marketing di sé stessi, facendoci credere che "forse" per farci notare il proprio corpo sia un buon mezzo. In realtà la nostra mente è in cerca della dopamina prodotto proprio dalla sensazione di gratificazione che nasce sentendo e leggendo gli apprezzamenti che inevitabilmente una foto di un "bel corpo" attira. Infatti, prova ad immaginare, se parlare di sé stessi ci gratifica, quanto ci può gratificare sentire come il nostro aspetto fisico è apprezzato? Moltissimo. È innegabile che un’avvenente ragazza otterrà un ampio seguito, otterrà tanti "Mi piace", tanti commenti e così via per ogni suo autoritratto.

In conclusione quindi, le tette attirano si l’attenzione, ma non sempre, anzi quasi mai si rivelano una buona strategia di marketing per la persona che sceglie di promuoversi attraverso il proprio fisico. Per divenire delle testimonial famose, ci vuole qualche cosa in più…

TI CONSIGLIO ANCHE DI LEGGERE
Il Teorema unificato del Marketing del 23 maggio 2015
No Psicologia? No Marketing del 4 aprile 2015
L'illusione del multitasking del 28 marzo 2015
Il Sig. Marketing e gli inganni della mente del 21 febbraio 2015

Francesco Russo consulente marketing

Articolo tratto dal blog di marketing di Francesco Russo
Titolare di BrioWeb, agenzia di marketing e comunicazione di Venezia.
BrioWeb | Marketing | Leadership | Coaching
E-mail: info@brioweb.eu
Centralino: 3515550381
Sito web: www.brioweb.eu

Cerca nel sito

Agenzia marketing e neuromarketing | Francesco Russo consulente marketing | BrioWeb consulenza marketing  e seo Treviso Padova Venezia

Cosa ti offriamo

La nostra missione

Tutti comunicano, ma comunicare non è da tutti.
Diamo valore alle tue idee di business attraverso strategie di marketing che fanno si che potenziali clienti entrino in relazione con il tuo marchio, grazie alla nostra creatività.
Affascinare e fidelizzare i tuoi clienti grazie alle strategie di marketing e di comunicazione determinando un aumento del tuo fatturato, e portando al successo le tue idee di business.

Libro Agenzia marketing e neuromarketing | Francesco Russo consulente marketing | BrioWeb consulenza marketing  e seo Treviso Padova Venezia

Dominio Marketing

Pilastri Agenzia marketing e neuromarketing | Francesco Russo consulente marketing | BrioWeb consulenza marketing  e seo Treviso Padova Venezia

I 9 pilastri

Eclettica

Conoscere è potere, imparare è dominare!

L'accademia creata da BrioWeb per offrire una formazione di alto livello nel mondo del marketing e della leadership.
Clicca qui per scoprire tutti i corsi

Eclettica Magazine

La rivista italiana di Marketing completamente gratuita

Scopri tutti i numeri

BrioMedia

Infinita emozione di comunicare con il web!

Lo studio multimediale creato da BrioWeb per realizzare video, spot pubblicitari e soprattutto documentari.
Scopri cosa offriamo

E-Book gratis

La collana di e-book gratuiti di Eclettica Magazine

Nata dall'esperienza di BrioWeb e di Eclettica Marketing, la collana "Il Signor Marketing e..." offre una gamma di e-book gratuiti in formato PDF dedicati al mondo del marketing, della leadership e del coaching.
Scopri la collana

Rimani in contatto con noi, ci teniamo molto!

Condividi questa pagina

 

E seguici su

Linkedin Agenzia marketing e neuromarketing | Francesco Russo consulente marketing | BrioWeb consulenza marketing  e seo Treviso Padova Venezia Twitter Agenzia marketing e neuromarketing | Francesco Russo consulente marketing | BrioWeb consulenza marketing  e seo Treviso Padova Venezia YouTube Agenzia marketing e neuromarketing | Francesco Russo consulente marketing | BrioWeb consulenza marketing  e seo Treviso Padova Venezia Facebook Agenzia marketing e neuromarketing | Francesco Russo consulente marketing | BrioWeb consulenza marketing  e seo Treviso Padova Venezia

Ⓒ2009 - BrioWeb

C.F. e P.IVA 03853870271

 
Recapiti
Tel.: +393515550381
E-mail: info@brioweb.eu

Orario Ufficio
Lunedì - Giovedì
dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 18.00
Venerdì
dalle 8.30 alle 12.30 - pomeriggio chiuso

Informativa sulla Privacy | Powered by BrioWeb